English | Italiano

You must be of legal drinking age to enter this site.
Please select your date of birth below.

Per poter accedere a questo sito web è necessario aver raggiunto il limite di età stabilito per il consumo di bevande alcoliche. Si prega di inserire di seguito la propria data di nascita.

Questo sito web utilizza cookie, in particolare acconsente l'invio di cookie di terze parti (social network e google analytics) al fine di migliorare la navigazione. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie - per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la Privacy Policy. (Cookie Policy)

Please enjoy our wines responsibly.
©2017 Ruffino Import Company, Rutherford, CA

la nostra storia

Le origini

Nel 1877 due cugini, Ilario e Leopoldo Ruffino, realizzarono il loro comune sogno di creare grandi vini fondando una piccola cantina a Pontassieve, un borgo alle porte di Firenze. La regione poteva già vantare una tradizione plurisecolare di vini eccellenti e rigogliosi vigneti.

Leopoldo Ilario

Un vino ideale

La fama circa la qualità dei vini Ruffino crebbe rapidamente e con essa la salute della cantina.

I cugini perfezionarono le loro abilità e ben presto Ruffino divenne nota per i suoi vini puliti ed equilibrati, creati secondo il motto “qui si producono vini ideali”.

La reputazione di Ruffino si affermò definitivamente sia a livello nazionale che internazionale attraverso i numerosi premi vinti dal Chianti Ruffino alla fine dell’Ottocento: medaglia d’oro all’Esposizione di Milano del 1881, premio alla qualità all’Esposizione di Nizza del 1884 e ancora medaglia d’oro all’Esposizione di Anversa del 1885.

Nel 1890, intrigato dal crescente prestigio di Ruffino, il Duca d’Aosta decise di recarsi personalmente in Toscana per assaggiare quei vini di cui aveva così tanto sentito parlare. Fu così impressionato dalla qualità dei vini da nominare Ruffino fornitore ufficiale della corte reale dell’allora Regno d’Italia. Nel 1927 Ruffino decise di rendere omaggio al grande onore ricevuto creando la prima annata di Riserva Ducale, dedicata appunto all’illustre ammiratore che tanto aveva apprezzato i suoi vini.

La reputazione di Ruffino continuò a crescere e con essa si svilupparono le prime esportazioni, fino ad attraversare l’Oceano Atlantico e diventare il primo Chianti a venire importato negli Stati Uniti.

Duke of Aosta

Un’icona di “toscanità”

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, Ruffino diede avvio a un progetto di acquisizione di vigneti e tenute nelle più vocate aree del Chianti e della Toscana. La prima tenuta ad essere acquisita fu il Castello di Montemasso, nel Chianti Classico. Ruffino continuò ad investire fino a raggiungere le attuali dimensioni. Ruffino conta infatti su circa 450 ettari di vigneto in 6 tenute situate in aree di grande prestigio qualitativo all’interno delle denominazioni Chianti, Chianti Classico e Brunello di Montalcino.

Icon of Tuscany

Oggi

Oggi, a più di 135 anni dalla sua fondazione e oltre 85 dalla prima annata di Riserva Ducale, Ruffino continua ad esprimere attraverso ogni bottiglia prodotta La Storia e la tradizione della Toscana.

Ruffino Wines

CRONOLOGIA

  • 1877
    Ruffino Wines

    I cugini Ilario e Leopoldo Ruffino fondano la "I.L. Ruffino"

  • 1881

    Il Chianti Ruffino è premiato con la medaglia d'Oro all'esposizione di Milano

  • 1890
    Ruffino Wines

    Ruffino è nominato fornitore ufficiale del Duca d'Aosta e della Casa Reale italiana. Tra gli estimatori dei vini Ruffino, spicca anche il nome di Giuseppe Verdi .

  • 1894

    Il Chianti Ruffino è premiato con la medaglia d'oro all'esposizione di Bordeaux

  • 1927
    Ruffino Wines

    Viene prodotta la prima bottiglia di "Riserva Ducale" ( all'epoca chiamata "Chianti Stravecchio" ), così rinominata in onore del rapporto privilegiato con il Duca d'Aosta.

  • 1942
    Ruffino Wines

    Ruffino acquista la tenuta di Montemasso

  • 1947

    prima annata di "Riserva Ducale Oro"

  • 1960

    Ruffino è presente in più di 100 paesi nel mondo.

  • 1975
    Ruffino Wines

    Ruffino rinnova l'immagine del Chianti introducendo la bottiglia fiorentina, una particolare forma di bottiglia che sostituisce il fiasco, contenitore tipico fino a quegli anni.

  • 1984
    Ruffino Wines

    Il Chianti diventa una DOCG ed è una bottiglia di Chianti Ruffino a portare la prima fascetta, la numero AAA00000001.

  • 1997
    Ruffino Wines

    Nasce Modus, il SuperTuscan di Ruffino

  • 2010

    Modus 2007 è tra i 100 Top Wines di Wine Spectator.

  • 2015

    Riserva Ducale è tra i Chianti Classico Gran Selezione